formazione permanente

FAQ FORMAZIONE PERMANENTE

D: Se un counselor nel triennio 2015/2017 non è riuscito a completare i 15 crediti (regionali e/o nazionali) questo può inficiare l'iscrizione al registro per l'anno 2018 e gli altri a seguire? 
R: Il triennio 2015/2017 è un triennio sperimentale, di monitoraggio della qualità della formazione permanente dei soci CNCP, pertanto, il Presidente ha stabilito che, i soci che non hanno raggiunto i crediti previsti si iscriveranno normalmente, con l’invito a completare nel 2018 i crediti mancanti.

D: la formazione universitaria effettuata nel triennio 2015/2017 vale ai fini dell’aggiornamento professionale?
R: si, per il calcolo dei crediti relativi alla formazione universitaria, è necessario verificare se la formazione svolta all’università è stata erogata da formatori CNCP oppure da formatori NON CNCP, la durata in giorni e ore e il contenuto, ovvero, se l’evento formativo era specifico sul counselling o su argomento ritenuto utile per i Counsellor. Nell’allegato 8 all’art. 9 è riportato il numero di crediti da attribuire a tali eventi formativi seguendo le specifiche indicate.

D: Per i Counselor base che sono ancora in formazione è obbligatorio frequentare eventi organizzati direttamente da CNCP (tipo i convegni)? 
R: Tutti i counsellor iscritti al CNCP, a prescindere dalla qualifica, hanno l’obbligo, da regolamento della formazione permanente, di riservare 5 crediti all’anno ad eventi organizzati direttamente dal CNCP nazionale o dalle sedi regionali. Infatti, i soci che frequentano corsi di formazione per il passaggio di qualifica sono esonerati dai crediti formativi per il periodo del corso, tranne per i 5 crediti annuali riservati ad eventi organizzati direttamente dal CNCP nazionale o dalle sedi regionali.

D: Per i Counselor che nel 2017 non hanno partecipato ad eventi organizzati direttamente da CNCP, cosa succede? L’iscrizione può avvenire ugualmente da parte della scuola oppure no? Ci sono modalità di recupero/risanamento?
R: i soci che si iscrivono tramite le scuole seguiranno la procedura di sempre con l’invito a completare nel 2018 i crediti mancanti, a meno che i soci in questione non abbiano impedimenti tali da non poter effettuare la formazione permanente. In tale caso possono fare domanda di esonero totale o parziale, come da regolamento.

D: Stessa domanda per i nostri Counselor Professionisti avanzati, in questo caso l’iscrizione la si può fare di nuovo una volta frequentati eventi organizzati direttamente dal CNCP? Bisogna che raggiungano un numero di crediti minimi per la reiscrizione da parte della scuola? Ci sono modalità di recupero/risanamento? 
R: Il passaggio di categoria non influisce sulla formazione permanente, obbligatoria da regolamento, quindi nulla cambia, tutti i soci hanno l’obbligo di raggiungere i 60 crediti nel triennio 2015/2017. 
N.B. Da regolamento, l’obbligo parte dal 1 gennaio successivo all’anno di iscrizione. Es. il socio CAIO si iscrive nel 2016, l’obbligo parte a gennaio 2017 e a febbraio 2018 presenta l’autocertificazione relativa all’anno 2017, per un totale di 20 crediti da raggiungere. 

D: Se un counselor professionista iscritto nell’anno 2017 al CNCP attraverso la scuola, ha seguito un evento CNCP (5 crediti) ma null’altro decade? 
R: Tutti i soci che non hanno raggiunto i crediti previsti si iscriveranno normalmente, con l’invito a completare nel 2018 i crediti mancanti. 
N.B. Da regolamento, sono previste forma di esonero totale e parziale dall’obbligo di formazione (vedere allegato). In ultimo ricordo che se la prima iscrizione al CNCP è nel 2017 l’obbligo di formazione permanente parte a gennaio 2018.

D: Se un counselor professionista iscritto nell’anno 2017 al CNCP attraverso la scuola, ha seguito un evento CNCP (quindi è a post con la quota crediti riservata ad eventi CNCP nazionali e/o regionali) ma ha svolto la parte restante di formazione permanente NON con una scuola afferente al CNCP ma da scuola afferente ad altre associazioni di categoria che succede? 
R: Il CNCP non obbliga i soci a frequentare esclusivamente i corsi di scuole riconosciute dall’associazione ma, da regolamento, riconoscendo il doppio dei crediti agli eventi formativi con formatori CNCP rispetto a quelli con formatori non CNCP. Pertanto la formazione con formatori non CNCP è valida, seppur con la metà dei crediti (vedere regolamento). Inoltre, se l’evento formativo non è specifico sul counselling, da regolamento, riceve un ulteriore dimezzamento dei crediti. Es. ad un “seminario sulle costellazioni familiari”, quindi non specifico sul counselling ma su argomento ritenuto utile per i Counsellor, di 1 giorno (8 ore), con formatori non CNCP, sono riconosciuti, da regolamento, 1,75 crediti. 

D: Tutti i soci devono inviare il totale crediti formativi cumulati nel triennio 2015/2017 entro il 28/2 alla commissione formazione permanente?
R: No, solo i soci che si iscrivono all’associazione CNCP in modo autonomo hanno l’obbligo di inviare alla Commissione per la Formazione Permanente, entro il 28 febbraio 2018 una autocertificazione in cui sono specificati gli eventi a cui hanno partecipato ed i crediti conseguiti nel triennio 2015/2017.
Mentre i soci che si iscrivono all’associazione CNCP tramite le rispettive scuole di afferenza hanno l’obbligo di consegnare alla segreteria della scuola entro il 28 febbraio di ogni anno una autocertificazione in cui sono specificati gli eventi a cui hanno partecipato ed i crediti conseguiti nel corso dell’anno precedente. 

D: Le scuole riconosciute dal CNCP devono inviare il totale crediti formativi cumulati dai soci nel triennio 2015/2017 entro il 28/2 alla commissione formazione permanente?
R: No, le scuole non hanno questa scadenza, raccolgono entro il 28 febbraio di ogni anno le autocertificazioni dei soci e possono inviare il report dei crediti, relativi al triennio 2015/2017, alla segreteria soci info@cncp.it  e alla formazione permanente formazionepermanente@cncp.it , al momento del rinnovo della quota dei counselor che si iscrivono al CNCP tramite la scuola.

D: Per quelli che hanno chiuso i 60 crediti al 31/12/2017 devono comunicare i crediti cumulati da febbraio 2017 a dicembre 2017? 
R: Se qualche socio ha raggiunto il totale dei crediti prima della scadenza del triennio e ha continuato a fare corsi di aggiornamento, buon per lui/lei. Per correttezza segnalo che i crediti eccedenti si perdono e non si cumulano nel triennio successivo ovvero il 2018/2020. Il dato va comunque raccolto ai fini del monitoraggio della formazione permanente, nella forma del totale dei crediti raggiunti nel triennio.

D: Nel triennio 2015/17 il socio era ancora in formazione presso la scuola, ha conseguito il diploma di Counselor professionista il 1 dicembre 2017 data di iscrizione al CNCP. Anche In questo caso va inviata l’autocertificazione dei crediti entro il 28 febbraio 2018?
R: No, l’obbligo della formazione permanente inizia dal 1 gennaio successivo all’anno di iscrizione, pertanto 
se l’iscrizione è nel 2017 l’obbligo di autocertificazione inizierà il 1 gennaio 2018 relativamente al nuovo triennio 2018/2020.

D: Se un socio si iscrive tramite la scuola al CNCP può inviare l’autocertificazione alla commissione formazione permanente?
R: No, le autocertificazioni dei soci che si iscrivono tramite la scuola sono raccolte e verificate dalla scuola stessa.

D: Se un socio non ha fatto l’aggiornamento professionale può chiedere l’esonero? Se si per quali motivi?
R: Si, ma solo se rientra nei seguenti casi elencati nel regolamento all’allegato 8 e lo deve comunicare direttamente alla Commissione per la Formazione Permanente all’indirizzo formazionepermanente@cncp.it.
Si è esonerati dalla formazione permanente (e quindi dall'autocertificazione) nei seguenti casi:
a) gravidanza, adempimento da parte dell’uomo o della donna di doveri collegati alla paternità o alla maternità in presenza di figli minori;
b) grave malattia o infortunio o documentate problematiche personali;
c) interruzione per un periodo non inferiore a un anno dell’attività professionale di counsellor;
d) trasferimento del socio all’estero;
e) disabilità.

D: Se un socio frequenta un corso per il passaggio di categoria è totalmente esonerato dall’aggiornamento professionale? 
R: I soci che frequentano corsi di formazione per il passaggio di qualifica sono esonerati dai crediti formativi per il periodo del corso, tranne per i 5 crediti annuali riservati ad eventi organizzati direttamente dal CNCP nazionale o dalle sedi regionali.