Notizie dal cncp

DIFENDIAMO LA PROFESSIONE DEL COUNSELLING

Carissimi soci,

come forse qualcuno di voi avrà già saputo, in data 14 novembre 2014 il Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Psicologi (CNOP) ha depositato al Tribunale Amministrativo del Lazio un ricorso contro il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), contro il Ministero della Salute e contro una associazione di categoria nazionale di counselling per l'annullamento del provvedimento con il quale il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ha iscritto tale Associazione negli elenchi di cui alla Legge 4/2013 (elenco delle associazioni professionali non regolamentate in ordini o collegi). 

 
A causa di un problema nella notifica dell'atto l’Associazione interessata ne è venuta a conoscenza solo da pochi giorni.
 
Venerdì scorso siamo quindi stati messi subito al corrente della situazione e abbiamo deciso di partecipare attivamente al loro fianco in difesa del counselling e di tutti i nostri iscritti. 
 
La prima udienza è stata fissata per il giorno giovedì 5 febbraio 2015. Si tratta di un ricorso, questo del CNOP, teso a sostenere, nel merito, che il counselling è un'attività rientrante tra quelle riservate per Legge alla professione di psicologo ed essendo la professione di psicologo una professione regolamentata e rientrante tra le professioni sanitarie, secondo i ricorrenti la stessa non dovrebbe ricadere sotto la Legge 4/2013.
 
La nostra azione, coordinata insieme a tutte le altre maggiori associazioni di counselling, è volta ad opporsi a questo ricorso e a garantire che la Legge 4/2013 non venga messa in discussione.
 
Vi terremo aggiornati rispetto all’evolversi della situazione.
 
Raffaele Mastromarino            Maria Cristina Frivoli            Pietro Trentin