Eventi Formativi

UNA DIVERSA PROSPETTIVA DEL CICLO DEL CONTATTO E DEI SUOI BOCCHI ATTRAVERSO LO SCATTO FOTOGRAFICO

Saggeremo i blocchi che frenano le potenzialità e la libertà dell'individuo con la stessa prospettiva di un fotografo che imposta la sua macchina fotografica affinché lo scatto dia senso alla sua composizione, catturandone ogni particolare.

24 ottobre 14-19 e 25 ottobre 10-19 2020
MODALITA' IN PRESENZA presso IGC-F Via Giano della Bella 20/1 FIRENZE
8 crediti formativi CNCP

Nell’orientamento Gestaltico il Ciclo del contatto rappresenta l’alternanza figura sfondo e si svolge attraverso 7 stadi. Il ciclo del contatto è quello spazio tra organismo e ambiente o tra due o più organismi, in cui il bisogno (figura) emerge rispetto allo sfondo. E’ un movimento circolare e fluido che avviene con l’ascolto delle proprie emozioni e delle proprie attività fisiologiche in rapporto all’ambiente circostante, fino alla consapevolezza del proprio bisogno nel qui ed ora.
Il processo del movimento flessibile e creativo tra figura e sfondo può essere interrotto ed in tal caso si possono formare delle difese disfunzionali nel
contatto con se stessi e nella relazione con l'ambiente. Saggeremo i blocchi che frenano le potenzialità e la libertà dell'individuo con la stessa prospettiva di un fotografo che imposta la sua macchina fotografica affinché lo scatto dia senso alla sua composizione, catturandone ogni particolare.

INFO E ISCRIZIONI
info@igc-f.it
Tel- 055-3980049

BROCHURE